Restauro Canterano XVIII Secolo

Restauro Canterano LOMBARDO

DESCRIZIONE

Canterano a quattro cassetti, piano in massello di noce, cassetti e fianchi lastronati in radica di noce, modanature in pioppo ebanizzato.

Al di sotto del piano, lungo i suoi tre lati, corre un grembiulino intagliato e gessato.

Gli angoli scantonati hanno una decorazione a pastiglia gessata, rappresentante delle foglie.

Epoca prima metà del XVIII secolo. Provenienza Lombardia

STATO DI CONSERVAZIONE

Il mobile  strutturalmente si presenta in buono stato di conservazione. Sono presenti alcune fessurazioni sui fianchi in prossimità delle cornici e nel piano.

Frontalmente, in corrispondenza dell’angolo scantonato destro vi è una lacuna, dovuta al cedimento della superficie, causato dal tarlo.

Il grembiulino e le decorazioni a pastiglia si trovano spoglie della foglia di argento meccata (ne è stata rinvenuta in piccolissima quantità in alcune parti dell’intaglio).

Tutte le modanature e i piedi, un tempo ebanizzati, in restauri precedenti sono stati completamente ripuliti dal colore nero e lasciati al colore naturale

Le serrature sono coeve al mobile, mentre maniglie e bocchette sono state sostituite nel corso degli anni (stilisticamente adatte).

INTERVENTI DI RESTAURO

Dopo avere fatto alcune prove di pulitura, si è proceduto alla sverniciatura del mobile.Le fessurazioni sui fianchi e sul piano sono state consolidate e riempite con o di noce, anche le due profonde lacune presenti sul piano (dovute a una bruciatura) sono state colmate con dei tasselli di noce.
L’angolo interessato dal cedimento dovuto all’azione del tarlo, è stato prima riempito e consolidato con stucco a colla e segatura, in seguito rimodellato con un tassello di noce.

A tutto il mobile è stato fatto un trattamento anti tarlo preventivo.

Si è proceduto con la stuccatura delle piccole imperfezioni.

Le modanature e i piedi sono stati di nuovo ebanizzati con bitume; le parti argentate sono state preparate, prima di ricevere la nuova argentatura, con bolo nero, in fine sono state meccate (vernice mecca).

Il resto del mobile è stato lucidato con gommalacca a stoppino, con finitura finale a cera.